BASILICA DI SAN LUCCHESE

A pochissima distanza dal centro storico di Poggibonsi si trova una delle chiese più importanti per la popolazione poggibonsese, nonché uno dei pochi esemplari di architettura gotica della zona: la Basilica di San Lucchese. Le origini di questa struttura risalgono all’antica chiesa romanica di Santa Maria in Camaldo, attorno alla quale venne fondato, nel 1213, da San Francesco un convento e, nel 1260, una chiesa gotica intitolata in onore al Santo Lucchese. Alcuni elementi della vecchia architettura sono ancora visibili nella parete sinistra e nella facciata odierna, a discapito delle numerose aggiunte e trasformazioni che hanno visto la struttura protagonista, come la costruzione dell’abside nel XIV secolo e del portico nel XVIII secolo, o le frequenti ristrutturazioni del tetto e della facciata. Esternamente la Basilica si presenta con un portico che racchiude una facciata a capanna contornata da un campanile moderno, alla cui sinistra si trova il chiostro, mentre internamente si compone di un’unica grande navata che, illuminata da finestroni gotici e sormontata da un soffitto a travature scoperte, si conclude con tre cappelle absidali. Molti artisti hanno reso omaggio alla Basilica con bellissimi affreschi; tra questi ricordiamo Bartolo di Fredi, con la celebre Madonna del Cardellino, Taddeo Gaddi e Cennino Cennini, che hanno affrescato la cappella nella quale è conservato il corpo di San Lucchese, e Arturo Viligiardi con scene della vita del Santo. La sacrestia e il convento conservano a loro volta opere d’arte importanti come un armadio di Memmo di Filippuccio, la Moltiplicazione dei pani e dei pesci di Gerino da Pistoia e l’Aula Capitolare del XIII secolo. Il Santo è diventato patrono della città di Poggibonsi e la celebrazione avviene il 28 aprile di ogni anno, con grande entusiasmo di tutti gli abitanti.

  • 1213 – ORIGINI DELLA CHIESA DI SANTA MARIA A CAMALDO

  • 1260 – FONDAZIONE DI UN CONVENTO DA PARTE DI SAN FRANCESCO

  • 1300 – RISTRUTTURAZIONE VECCHIA CHIESA E COSTRUZIONE BASILICA ATTUALE